Tel: (+39) 0934-586882

 

Blog Homepage

Nel seguito un video amatoriale, realizzato da un nostro affezionato cliente, che mostra un esempio di piccolo impianto domestico per la ricezione di segnali wi-fi distanti non raggiugibili con le normali schede wireless. L'impianto è composto da una antenna gregoriana 19dBi NWG2419 e da un Tube U(N) Alfa Network.

 

 

In rete si legge di tutto, si proprio tutto, anche le baggianate purtroppo.

68dbiParliamo di fantomatiche antenne 2,4GHz da 38, 58 o addirittura 68dBi, in realtà la situazione è ancora più divertente per chi ha un minimo di cognizione nel settore, in quanto chi scrive tali leggerezze non conosce neppure i fondamenti della materia confondendo le potenze di uscita al connettore con i guadagni di un antenna.

 

Cerchiamo di capire meglio

Si parla di "antenna" confondendo le antenne vere e proprie (elementi passivi per definizione) con l'insieme "antenna + scheda wi-fi usb" ed a questo insieme si incolla ad esempio la dicitura 8000mW 68dBi.

E' arduo spiegare al lettore comune, in poche righe, perchè è tutto completamente errato, ma fissiamo qualche caposaldo:

  • 8000mW indicherebbe una strabiliante potenza di uscita (per un adattatore USB) al connettore d'antenna, c'è un lieve problema però, un porta USB può erogare al massimo circa 2500mW, rimangono fuori altri 5500mW che per ragioni fisiche non possono essere forniti per provvidenza divina. Lo schema seguente mostra un adattatore USB al centro e le potenze entranti (frecce nere) ed uscenti (frecce rosse), la fisica insegna che l'energia in entrata deve essere uguale a quella in uscita da questo scaturisce il bilancio delle potenze, si osserva quindi che mancano all'appello ben 5500mW.

diagramma usb 8000mW

  • 68dBi nella corrente pratica ingegneristica "dovrebbe" essere il GUADAGNO di un antenna reale rispetto all'antenna ideale ISOTROPA (la "i" è li per indicare questo), l'antenna che viene fornita ha un diametro di 8-10cm, bene se facciamo qualche confronto con antenne serie e ben fatte una 19dBi ha un riflettore grande circa 40x60 cm, specificare altro sembra superfluo.

 

Non servono antenne da 68dBi nel mondo reale

Dato quindi ormai per scontato che non esistono antenne operanti a 2,4GHz con guadagni di 68dBi e dimensioni inferiori ad un piattello da tiro al volo, facciamo notare che al crescere del guadagno d'antenna DIMINUISCE il fascio principale di irradiazione ("apertura" per i più accademici), in parole semplici per funzionare bene l'antenna dovrebbe essere puntata con precisione millimetrica verso l'antenna emettitrice ed in assenza di ostacoli di qualsiasi tipo tra esse.

Di fatto un antenna inutile nel 99,99% dei casi.

 

La realtà

Le antenne in questione hanno un guadagno reale che si aggira intorno ai 4 o al massimo 6dBi.

Lunedì, 19 Agosto 2013 14:30

Restart...

restart

Da oggi nuovamente operativi al 100%...buon lavoro a chi ha già finito le ferie e buone vacanze a chi deve ancora andare in ferie!

 

 

Lunedì, 15 Luglio 2013 13:51

Il sito istituzionale è on-line

On-line il sito istituzionale voluto da molti collaboratori e clienti.

Il sito rappresenta un nuovo ed efficiente canale di comunicazione dell'azienda con il generico utente della rete, il cliente, il collaboratore. Un punto fisso di riferimento per aggiornamenti e novità dal mondo delle telecomunicazioni e della tecnologia che gravita intorno ad esso.

 

Pagina 3 di 3